Coltivare limoni in vaso o in piena terra: Quali accorgimenti

La scelta di coltivare limoni è tra le più felici quando si ha a disposizione dello spazio verde intorno. È una pianta robusta e resistente che consente di ottenere buoni risultati anche quando si decide di coltivarla in vaso. Quel che più colpisce di questa pianta è la sua generosità. In condizioni ottimali, quando è ben ambientata e trova l’habitat ideale riesce a regalare anche tre o quattro fioriture l’anno cui corrisponde altrettanta capacità di dare frutti.

La bellezza della pianta non si esaurisce solo nel prezioso frutto, ogni sua parte può essere utilizzata per scopi diversi. L’aspetto estetico, poi, non è da meno e un bell’alberello potato alla giusta altezza e con le dovute proporzioni è anche molto gradevole alla vista.

Coltivare limoni 555

Origini ignote di una delle piante più diffuse al sud d’Italia

Il limone è una tra le specie di agrumi più coltivate nel mondo. Ama i climi temperati, ma si adatta bene a crescere anche dove gli inverni sono più freddi a patto di ricevere le giuste cure che li proteggano dalle gelate.

Si presta bene a sopportare la siccità e anche in caso di forte caldo riesce a reggere bene lo stress, godendo dell’arrivo della stagione delle piogge e rinvigorendo il fitto fogliame. Le piante che crescono in piena terra possono raggiungere un’altezza media. Spesso si decide di mantenerlo più basso con potature mirate che consentano alla pianta di non disperdere la propria struttura e mantenerla compatta e dall’aspetto gradevole.

Il fogliame fitto e compatto, sempre presente sulla pianta dal colore verde e lucido rende il limone anche un’ottima alternativa per chi cerca una pianta ornamentale diversa e molto accattivante.

Non si sa bene da dove sia arrivato il limone. Si suppone che abbia origine in Estremo Oriente e che sia stata portata in Italia meridionale dall’uomo. Di certo deriva da un innesto, tra l’arancio amaro e il cedro e per questo non è possibile ottenere dal seme una pianta in grado di dare frutti.

Coltivare in vaso o in piena terra

Essendo una pianta molto robusta e in grado di adattarsi bene al clima temperato e caldo, è capace di sopportare bene anche la coltivazione in vaso. A patto di garantire terra a sufficienza con vasi grandi e profondi, le piante di limone riescono a trovare la giusta condizione per crescere e svilupparsi regalando fioriture ricche e continua produzione di frutti.

Coltivare limoni 888

Anche in Toscana, in epoca medicea era diffusa la coltivazione di limoni e altri agrumi in vaso. Questo dettaglio permetteva di spostare le piante durante l’inverno per metterle a riparo e proteggerle dalle gelate.

Così, la scelta della coltivazione in vaso è anche oggi la migliore alternativa per chi non vive in zone miti e può così predisporre più facilmente delle protezioni dalle gelate in inverno, magari all’interno di una casetta da giardino.

Se si ha la possibilità di coltivare a terra, è bene prevedere una esposizione in pieno sole per il limone. Il Citrus limon, questo è il nome botanico del limone, è in grado di tollerare lunghi periodi di siccità per poi tornare a risplendere dopo gli improvvisi e generosi temporali di fine estate. Quando si coltiva a scopo produttivo può essere innaffiato e forzato a generare anche la quarta fioritura. Ognuna è in grado di dare origine a frutti identificati dai nomi diversi per distinguerne le caratteristiche e l’aspetto sempre cangiante. Dal primofiore al verdello, le potenzialità della pianta sono varie e sempre sorprendenti.

Caratteristiche ambientali ideali

Solo in Sicilia non è necessario prendere provvedimenti per proteggere le piante in inverno. Anche i bei limoni della costiera amalfitana hanno bisogno di protezioni di canne per essere protetti dal freddo.

L’esposizione diretta ai raggi solari è necessaria per il corretto sviluppo della pianta. Il freddo intenso può fare cadere tutte le foglie e se il termometro scende troppo sotto lo zero anche la corteccia può essere compromessa.

Coltivare limoni in vaso

Bisogna fare attenzione al vento che può danneggiare la struttura delicata e slanciata dei rami che devono sopportare il peso notevole dei frutti. Per questo motivo si consiglia di opporre all’area del giardino coltivata come agrumeto dei paraventi verdi, costituiti da alberi che contrastino la forza del vento infrangendolo prima di arrivare al limoneto. Un altro accorgimento è quello di scegliere una zona riparata e protetta per piantare l’albero di limone, specie se si decide di coltivarne solo uno per scopo personale.

Come potare per favorire il corretto sviluppo della pianta

Per garantire un corretto sviluppo della pianta è necessario dedicare poche ma adeguate attenzioni. Si tratta in particolare di potatura la pianta alla fine del periodo invernale quando si prepara ad affrontare una nuova fioritura e la vegetazione torna a verdeggiare tra i rami.

Oltre a evitare una crescita disordinata della pianta che ne disperde le energie e la capacità di resistere all’azione di vento e caldo, è opportuno ripulire i rami dagli eccessi. Sono frequenti i succhioni e i polloni che crescono dalla corteccia e dai rami già maturi e portanti. Questi privano la pianta di energie e ne compromettono il corretto sviluppo, specie dei frutti. Per questo motivo è importante toglierli quando compaiono.

Essendo realizzato a partire da un innesto, è importante anche assicurarsi di rimuovere la parte dell’arancio amaro che tende a ricrescere dalla base della pianta.

Cosa si può fare con una pianta di limone

Coltivare limoni rappresenta un vantaggio sotto molti punti di vista. Le potenzialità e le applicazioni di questo albero sono pressoché infinite. Dalla cura della persona a quella della casa, il limone si presta a così tanti scopi che usarlo solo per condire l’insalata o fare una marmellata è pressoché riduttivo.

Coltivare limoni 8777

Si può usare in ricette dolci così come salate ed è l’ingrediente principe in molte specialità di ogni regione o nazione. Pochi sanno che anche le foglie possono essere usate per cuocere delle deliziose polpette, così come vuole la ricetta tipica siciliana. Con i fiori di zagara si possono fare profumi ed essenze da usare in pasticceria o per profumare la casa.

Maggiori informazioni sulle casetta da giardino qui

Lascia un Commento

Si fidano di noi

Vincenzo La Gatta
Azienda Agricola Martino
K-Padel & Tennis
Tosio Arredamenti