Pavimentare il garage in legno. Cosa evitare durante l’installazione

Una ristrutturazione fatta ad arte può accrescere il valore del nostro immobile, anche quando si tratta di un garage in legno per le auto collocato in giardino. Per pavimentarlo correttamente e renderlo più resistente e performante è bene prestare attenzione ad alcuni aspetti e accorgimenti che ne migliorano la resa e la funzionalità.

garage-in-legno

Cosa fare e cosa evitare quando si pianifica la pavimentazione

Il vostro garage in legno può essere la migliore soluzione per avere un luogo dove parcheggiare l’auto al riparo da gelate e altri agenti atmosferici che possono rovinarne carrozzeria e copertoni. Evitare l’inutile dispendio di denaro per la manutenzione della vostra auto non sarà l’unico vantaggio che deriva dalla pavimentazione del garage in legno. Poco importa che si tratti di una sezione del vostro chalet o che sia un elemento isolato che avete installato in giardino, l’attenzione per le sue finiture vi consentirà di contare su una stanza extra da usare anche a scopo diverso, trasformandola in un laboratorio dedicato alla cura dei vostri hobby.

Questi sono motivi sufficienti da prendere in considerazione al momento di progettare la giusta pavimentazione da aggiungere a quella di base della casetta di legno. Un lavoro ben fatto si ripaga nel tempo e rende più godibile qualsiasi ambiente. Invece, un lavoro approssimativo o fatto senza le dovute cautele rischia di rivelarsi un vero problema. Il pavimento dovrà resistere alla maggiore usura di questa zona della casa, all’esposizione ad agenti corrosivi o particolarmente sporchevoli come olio o acidi. La scelta dei materiali insieme all’impiego delle giuste precauzioni in fase di installazione consentiranno di godere di un risultato duraturo e ottimale. Vediamo in breve cosa merita particolare attenzione prima di procedere con la posa del pavimento.

Non sottovalutare i rischi legati all’infiltrazione di umidità

Come qualsiasi altra costruzione prefabbricata, anche il garage in legno poggia direttamente a terra e ha bisogno di particolari accorgimenti che permettano il corretto isolamento dal suolo e l’umidità di risalita. Per essere certi di fare un buon lavoro che duri nel tempo senza subire l’azione corrosiva dell’acqua è necessario eseguire una serie di operazioni preliminari che saranno indispensabili per continuare a godere della bellezza della vostra struttura prefabbricata.

garage-in-legno-poggia-direttamente

Verificate la corretta pendenza del piano su cui poggia la struttura del garage: imperfezioni del terreno, avvallamenti e pendii dovranno essere corretti per evitare la formazione di ristagni d’acqua che intaccherebbe il garage in legno.

Prima di pensare al tipo di pavimentazione supplementare è bene decidere se è il caso di dotare lo strato sottostante di una coibentazione extra precedente alla posa delle listarelle di legno. Qui, lana di vetro, polistirene o polistirolo, roccia, possono essere usati per schermare in modo efficace il freddo e l’umido proveniente dal suolo. Potrete scegliere se usare un ulteriore strato protettivo per isolare ancora meglio il pavimento dal freddo che viene dal basso poggiando direttamente sulla sua base di legno ulteriori fogli di lana di vetro o di roccia. Questi sono l’ideale per garantire la perfetta stabilità termica all’interno della struttura indipendentemente dalla temperatura esterna.

Queste operazioni preliminari sono indispensabili per essere certi di agire sul pavimento del garage in legno senza rischiare di creare scompensi gravi una volta scelta l’ulteriore copertura da usare all’interno.

Occhio ai nuovi spessori

È il momento di scegliere se agire con una vernice specifica, con mattonelle, resina o cemento specifici per il box auto. Le soluzioni più usate comunemente per i garage variano dal cemento autolivellante che ha il vantaggio di stendersi in modo uniforme con facilità e seccare rapidamente. Un’altra soluzione interessante è l’uso di mattonelle flottanti, dotate di sistemi di incastro già predisposti che non richiedono la successiva sigillatura delle fughe. Anche le vernici epossidiche sono indicate per via della loro buona resistenza alla corrosione e la facilità con cui si stendono con i normali attrezzi da pittura.

garage-in-legno-variano-dal-cemento-autolivellante (1)

In commercio esistono soluzioni diverse per procedere con la finitura adeguata del pavimento del box, ma scegliere una vernice invece delle piastrelle non deve far sottovalutare l’importanza di lasciare il necessario gioco alla porta per compiere il proprio movimento senza grattare il pavimento.

Qualsiasi materiale vogliate utilizzare per completare la finitura all’interno del garage in legno, dovrete tenere conto dell’accresciuto spessore del pavimento. Alzarne lo spessore può significare impedire alla porta di aprirsi muovendosi sul suo asse. Una delle precauzioni da prendere prima di procedere alla realizzazione della copertura speciale per il pavimento del garage in legno è proprio questa. Accertatevi di poter cambiare l’orientamento dell’apertura delle porte, oppure optate per portelloni a scorrimento se compatibili con la struttura del prefabbricato.

Non trascurare l’importanza della giusta finitura

Il garage in legno può diventare un’officina da dedicare ai propri hobby e per questo deve essere un ambiente facile da tenere in ordine e particolarmente resistente quando sottoposto a stress intensi.

Materiali corrosivi possono provenire dall’auto o dagli attrezzi usati per i propri lavori di fai da te, e il pavimento deve essere particolarmente resistente a macchie e graffi.

Se non sarà indispensabile dotare il vostro garage in legno di un pavimento altamente resistente come quelli industriali, sarà possibile trarre ispirazione da questo tipo di soluzioni per trovare la risposta più adatta al nostro scopo. Vinile o resina, sono tra i materiali più comunemente utilizzati perché relativamente facili da stendere e in grado di rispondere con la necessaria elasticità alle deformazioni e allo stress da calpestio.

garage-in-legno-vinile-o-resina

Le soluzioni in PVC possono essere particolarmente comode perché già vendute in forma di tasselli da incastrare tra loro. Qui non sarà indispensabile ripassare il lavoro finito con fughe tra le mattonelle per fermarle e renderle stabili. Un altro vantaggio sarà quello di potere contare su soluzioni a misura standard che si combineranno facilmente con le dimensioni del vostro pavimento.

La resina o vernice epossidica, ha il vantaggio di potere essere stesa come qualsiasi vernice e garantire una finitura brillante e piacevole quando è asciutta.

Lascia un Commento

Si fidano di noi

Vincenzo La Gatta
Azienda Agricola Martino
K-Padel & Tennis
Tosio Arredamenti