Tettoia auto in legno: 5 trucchi per decorarla al meglio

Ecco 5 consigli pratici ed efficaci per decorare la tettoia auto in legno, per non chiamarla semplicemente garage

La tettoia auto in legno rappresenta una buona soluzione per chi deve predisporre un riparo per l’automobile e lo vuol fare rientrando in un budget contenuto. La scelta di questo modello di protezione per i propri veicoli dipende in primo luogo dal tipo di esigenze che si hanno. Il numero di auto, la possibilità di svolgere anche altre attività sotto questa copertura e altri elementi concorrono a determinare la scelta della soluzione più adatta alle proprie esigenze.

Per questo è bene considerare anche la possibilità di decorare e abbellire ulteriormente la struttura, di per sé molto essenziale. In questo modo si darà maggior valore alla proprietà intera anche solo predisponendo l’installazione di una semplice tettoia auto in legno.

tettoia-auto-in-legno

Vediamo come fare per rendere ancora più bella e funzionale questa copertura e cosa serve per adattarla al meglio alla casa preesistente o alle caratteristiche dello spazio in cui deve sorgere.

1. Scegliere il colore delle pareti più adatto

La tettoia auto in legno è un elemento costituito da almeno quattro colonne portanti e una copertura che protegge lo spazio al di sotto. Questa struttura è molto semplice ed essenziale, per questo si presta bene a essere modificata in modo da rispondere a esigenze estetiche e funzionali diverse.

La prima cosa cui bisogna prestare attenzione è realizzarla in armonia con il resto dell’ambiente intorno. È possibile che la tettoia auto in legno sorga in mezzo al verde, che si tratti di un bel giardino o di un patio lastricato, è bene cercare sempre la finitura che meglio si combina con l’ambiente circostante.

Se è già presente una casa dello stesso materiale, una buona idea sarà quella di usare lo stesso colore della facciata dell’abitazione principale. Una certa coerenza vorrà che se la casa è lasciata coi colori naturali del legno, anche la tettoia sarà della stessa tonalità e con le colonne dello stesso materiale trattate con semplice impregnante. Lo stesso vale se la tettoia sorge in mezzo al giardino, tra gli alberi, qui sarà una buona idea usare tonalità che non coprano le naturali venature del legno. Se invece la casa è dipinta di un colore specifico, si potranno usare uno o più mani di vernice dello stesso colore per dare coerenza al contesto.

2. Usare vetrate per delimitare le pareti

La tettoia auto in legno non deve per forza essere usata come fosse un gazebo. Sono disponibili diverse soluzioni per renderla fruibile come si trattasse di un’altra stanza della casa.

tettoia-auto-in-legno-265

Le pareti di vetro o di plexiglas costituiscono un’ottima soluzione per delimitare gli spazi senza ostacolare il passaggio della luce. In questo modo la tettoia si trasforma in un delizioso giardino d’inverno in cui trascorrere giornate rilassanti anche in pieno inverno, godendosi la vista all’esterno e il paesaggio circostante.

Una tettoia auto in legno così rivestita rappresenta una buona soluzione per dedicarsi qui ad altre attività che si preferisce non svolgere all’interno della casa. In questo modo, oltre che per mettere al riparo l’auto dagli agenti atmosferici, è possibile sfruttare lo spazio come più preferiamo.

3. Far crescere delle rampicanti intorno alle colonne portanti

Per decorare una tettoia auto in legno così come qualsiasi altro ambiente immerso nel verde, la migliore idea è sfruttare la bellezza insita delle piante.

La possibilità di ricreare aiuole intorno alle colonne portanti della tettoia ci consente di ottenere due effetti in un sol colpo. È innegabile il fascino che esercitano le piante rampicanti, specie le varietà che fioriscono in determinati periodi dell’anno. Se non si vuole usare la stessa colonna per far aggrappare le piante, è possibile usare dei supporti da fissare a una certa distanza e in questo modo sfruttarne lo spazio intorno senza limitare la periodica manutenzione del legno.

In più, le colonne così decorate sono più visibili e facilmente individuabili mentre si fanno manovre per parcheggiare il veicolo. È importante non urtare le colonne della tettoia auto in legno per evitare di danneggiarne la struttura.

tettoia-auto-in-legno-per-evitare

4. Predisporre un basamento specifico

Una soluzione che non sempre si prende in considerazione al momento di pianificare la costruzione di una tettoia auto in legno è di predisporre una pavimentazione adeguata. Non tutte le soluzioni calpestabili sono uguali né ha lo stesso effetto lasciare come basamento la terra battuta o il brecciolino.

Per quanto possa costituire una spesa in più che non si è disposti a sostenere in un primo tempo, è possibile riservare per dopo l’impianto di un pavimento speciale. Le soluzioni possibili sono tante, dal cemento autolivellante alle piastre di cemento amovibili, passando per le tavole dello stesso legno della struttura.

La scelta attenta del tipo di rivestimento calpestabile dipende in primo luogo dalla sua capacità di resistere all’azione di agenti corrosivi che possono colare dall’auto. Dalla benzina al liquido della batteria, o altre sostanze che si usano per la sua pulizia. Quindi sarà importante trovare il giusto compromesso tra funzione estetica e robustezza del pavimento.

5. Delimitare gli spazi per l’auto e per altre attività

Una tettoia auto in legno può diventare anche un gradevole gazebo dove trascorrere le giornate all’aperto, magari pranzando insieme alla famiglia e agli amici.

tettoia-auto-in-legno-gradevole-gazebo

Per essere certi che svolga al meglio questo compito extra, è bene predisporre degli spazi ben delimitati tanto per l’auto come per le altre attività. Non sarà difficile allestire delle panche lungo i bordi, sfruttare pareti a ridosso delle quali poggia la tettoia, o delimitare fisicamente gli spazi con dei separé per ottenere un effetto ben definito tra una funzione e l’altra.

Visto che la tettoia rimane all’aperto, l’uso di grandi vasi di piante può servire per ritagliare un angolo da dedicare ad altre attività rispetto allo spazio per l’auto.

Lascia un Commento