Il garage in legno offre il giusto isolamento per conservare alimenti deperibili

Le proprietà del legname e le caratteristiche di queste costruzioni rendono l’ambiente all’interno del garage in legno perfettamente isolato dall’umidità o dal calore che c’è all’esterno. Queste condizioni sono essenziali per consentire una prolungata conservazione di alimenti freschi come frutta e verdure di stagione.

garage-in-legno-1515

Non sarà necessario ricorrere a sistemi di refrigerazione, costosi e ingombranti, per conservare le primizie dell’orto anche dopo la loro raccolta. Scopriamo perché avviene questo fenomeno e come fare a prolungare nel tempo le caratteristiche di perfetta coibentazione del legno.

Allestire un orto in giardino

Di norma un garage in legno (Dai un'occhiata alle case in legno lì) sorge in un’area verde che circonda la casa. Chi dispone di spazio a sufficienza per organizzarne le diverse funzioni può optare per la scelta del classico porticato per conservare una macchina al riparo dagli agenti atmosferici. Chi ha a disposizione ancora più spazio può pensare di accrescere il valore della propria tenuta installando un garage doppio dove, da una parte parcheggiare l’auto, e dall’altra mettere al riparo le piante prima del loro interramento o per proteggere dagli agenti atmosferici il raccolto del proprio orto.

La tentazione di trasformare il giardino in un orto generoso e ricco di frutti è sempre tanta. Quanto più tempo si riesce a dedicare alla cura delle piante, tanto maggiori saranno le soddisfazioni che ne deriveranno. Quando i raccolti sono abbondanti è possibile destinare una parte di questi alla conservazione con i metodi tradizionali, essiccazione, salatura o mettendoli sott’olio. Le scorte preparate con cura dalla famiglia, potranno essere consumate pian piano nel corso dei mesi o addirittura degli anni. Trovano spazio in dispense al riparo dalla luce del sole diretta e dove sono minimi gli sbalzi di temperatura tra la notte e il giorno. I garage in legno sono il posto perfetto per allestire una buona cantina, perché le proprietà intrinseche del legno gli consentono di garantire un buon isolamento termico al suo interno. Ma possono funzionare anche da ottimo deposito per il fresco, in alcuni casi sostituendosi ai dispendiosi frigoriferi per la conservazione degli ortaggi e della frutta.

ottimo-deposito-per-il-fresco-garage-in-legno

Usare il garage in legno come magazzino per frutta e verdura

Una buona regola è quella di evitare che i fumi dell’auto si concentrino dentro il garage dove si conservano anche alimenti da destinare alla propria tavola. Se si decide di conservare qui parte del raccolto che verrà consumata nel corso del tempo, basterà seguire alcuni semplici accorgimenti.

Il naturale processo di decomposizione delle sostanze organiche si può rallentare se si tengono lontane dall’azione dirette dell’umidità e del sole. Il garage può restare molto spesso al buio, perché non è una stanza molto frequentata e garantire il giusto isolamento dall’umidità e dal freddo o dal caldo della stagione.

Basterà seguire alcuni accorgimenti, prendendo ispirazione dalle tecniche usate dai nostri nonni per far durare a lungo frutta o verdura del nostro orto. L’umidità è la principale causa di deterioramento delle verdure. Sarà importante assicurarsi di conservare gli ortaggi in cassette aperte, usando paglia, carta di giornale o simili che potranno assorbire l’eventuale umidità residua proveniente dalle piante.

Il raccolto più resistente e meno soggetto a marcire sarà quello con minore contenuto d’acqua o con membrane non troppo sottili che ne determinano un veloce rilascio.

Quindi via libera alla conservazione di zucche, patate, batate, fagioli. E tra la frutta, mele, kiwi e arance possono resistere per mesi senza soffrire troppo lontane dalla pianta. Altre prelibatezze dell’orto potranno essere conservate ancora più a lungo se si sarà prima provveduto a essiccarle, magari al sole. È il caso dei pomodori, dei piselli o delle fave, giusto per citarne alcune.

mele-garage-in-legno

Proprietà delle costruzioni in legno

Ma perché il garage in legno è così indicato per svolgere il ruolo di dispensa? A differenza delle costruzioni in muratura, qui possiamo contare sulle caratteristiche intrinseche del legno che portano indubbi vantaggi sotto diversi punti di vista.

Il legno è un materiale ancora vivo, significa che è traspirante e se ben mantenuto è in grado di isolare al meglio l’interno delle costruzioni rispetto all’esterno. Tanto dal caldo come dal freddo più estremi che possono trovarsi fuori. La capacità del legno di trattenere il calore è molto alta. Le sue proprietà fisiche gli consentono di essere attraversato lentamente dal calore e di trattenerlo a lungo. Quindi, una costruzione in legno tarderà tempo prima che il caldo afoso di agosto la arroventi o che il freddo gelido di febbraio ghiacci il suo interno.

Se ben isolati, i garage in legno, mantengono massime le caratteristiche di perfetta coibentazione e isolamento tipiche di questo materiale. La condizione fondamentale perché queste strutture si comportino perfettamente come ci si aspetta è che rispondano ad alcune caratteristiche imprescindibili. La qualità del legno impiegato per le costruzioni deve essere alta. Quindi il legno dovrà avere uno spessore proporzionale alle esigenze climatiche locali, e dovrà essere ben stagionato in modo da aver perso tutta l’umidità che la pianta accumula e trattiene nel corso della sua vita. Legni diversi, poi, si prestano meglio a rispondere alle caratteristiche climatiche locali rispondendo meglio al tipo di sollecitazione ricevuta, se per via del troppo caldo o del troppo freddo.

Come mantenere efficiente il garage in legno

Una buona manutenzione periodica e capillare riesce a prolungare l’efficacia e la longevità di queste strutture. Accertarsi con attenzione e scrupolosità che non si siano formate crepe o rigonfiamenti, o che non ci siano infestazioni di parassiti sono i passaggi fondamentali da compiere per assicurare la giusta manutenzione al proprio garage in legno.

garage-in-legno-4154

La presenza di buchi, crepe o spaccature, impedirà alle pareti di mantenere l’efficace isolamento tra interno ed esterno della costruzione. Con il tempo, la formazione di fessure favorirà l’ingresso e il ristagno di acqua all’interno della struttura: il primo nemico del legno. Anche insetti, non soltanto i tarli del legno, potranno danneggiarlo con depositi di sporcizia e scorie che potrebbero minare l’integrità dei pannelli del garage in legno. Una buona regola è tenere sempre pulite le pareti, con getti d’acqua ad alta pressione, e provvedere al ripristino dello strato protettivo con impregnanti specifici per il legno.

Lascia un Commento

Si fidano di noi

Vincenzo La Gatta
Azienda Agricola Martino
K-Padel & Tennis
Tosio Arredamenti