Carrello (0)
Scrivi una domanda
Showroom
Visita la nostra casa dal vivo in Veneto Leggi di più →
Showroom La nostra esposizione in Veneto →
Chiudi

Ortaggi di stagione: Le regole del calendario delle semine

Per raccogliere ortaggi di stagione sempre freschi e maturati alla perfezione bisogna seguire alcune regole da rispettare con attenzione. È importante pianificare il calendario delle coltivazioni tenendo conto delle esigenze della pianta, della zona climatica in cui ci si trova e rispettare i tempi vegetativi.

Conoscere questi elementi consente di avere ben chiaro quali lavori si devono effettuare nell’orto e rispettando i tempi della pianta senza forzarla, si possono ottenere raccolti più gustosi e rigogliosi. Non è impossibile far crescere fragole in inverno, ma bisognerà valutare anche la possibilità di un maggior impatto sui consumi energetici per riscaldare le serre e forzare la pianta affinché alteri il proprio ciclo vitale.

Non è male scegliere di rispettare la ciclicità delle stagioni anche perché a ogni frutto della terra corrispondono proprietà specifiche che ci aiutano ad affrontare le insidie di ogni epoca dell’anno.

Pianificare il calendario delle coltivazioni se si semina o si trapiantano le piantine

Quando si decide si organizzare i lavori dell’orto in base ai risultati che ci si aspetta di ottenere in epoca di raccolta bisogna valutare alcuni aspetti essenziali. Per esempio è importante definire se si ha intenzione di piantare le piantine già sviluppate o se si vuole partire già dai semi.

Il secondo caso richiede una particolare dimestichezza e competenza per essere certi di ottenere buoni risultati sempre. La vitalità dei semi non è sempre la stessa in ogni caso, potrebbero non sopportare bene d’essere subito piantati in piena terra. I più attenti si possono dedicare alla realizzazione di un semenzaio e far germogliare i semi in un ambiente protetto e riscaldato. Ma anche in questo caso, il rischio è che le piantine ancora molto giovani possano soffrire per colpa del trapianto in piena terra nell’epoca non adatta.

Un altro ostacolo che rende difficile partire dai semi a chi non ha grande pratica nella gestione di un orto è di rischiare di non individuare l’epoca adatta per far germogliare i semi. Potrebbe fare ancora troppo freddo, o il clima essere già troppo caldo per consentire alla pianta di trovare le condizioni ottimali per il proprio sviluppo.

Una buona soluzione per chi è alle prime armi è l’acquisto delle piantine già pronte per il trapianto da fare presso i centri di giardinaggio o i consorzi che si trovano con facilità un po’ ovunque.

Considerare le fasi di vegetazione della pianta

Quando si decide come suddividere le aree del giardino in base al tipo di coltivazione cui dedicarsi è bene avere chiare quali sono le condizioni ottimali di sviluppo si ogni pianta. Non è difficile trovare schede approfondite che diano informazioni specifiche sulle condizioni ottimali per lo sviluppo delle singole piante.

Gli elementi da considerare sono sempre gli stessi. La profondità adatta dove piantare il seme sotto la terra se si decide di partire dalle basi. Ma un elemento utile che serve per comprendere bene le esigenze della pianta rispetto alle caratteristiche locali può essere conoscere le temperature minime e massime legate alle diverse fasi. Quindi la vegetazione, lo sviluppo, la fioritura e infine la maturazione dei frutti sono fenomeni che si presentano quando le temperature sono comprese all’interno di determinati range.

Perché è importante mangiare frutta di stagione

L’intervento umano può essere determinante per favorire la corretta crescita della pianta e moltiplicare la sua capacità produttiva. Non ci sogneremmo mai di denigrare il lavoro di chi con pazienza, studio e costanza ha definito i canoni che permettono alle piante di produrre anche in epoche diverse da quelle consuete. Invece di pensare a come trasformare le vostre casette da giardino in una serra, pensate invece a come sia possibile sfruttare questo luogo caldo e accogliente per creare l’ambiente adatto per la germogliazione dei semi. Giusto prima del trapianto in piena terra o per proteggere le piante delicate dalle gelate, l’ambiente caldo e perfettamente coibentato delle costruzioni di legno si presta in maniera eccellente per favorire crescita e sviluppo delle piante. Oltre a risultare un perfetto magazzino per tutta l’attrezzatura utile per il lavoro in giardino.

Eppure, mangiare di stagione non è un capriccio ma è stato la normalità per molte generazioni. E continua a essere un punto di riferimento per molti per strutturare la propria dieta e quella dell’intera famiglia.

Se pensiamo ad alcune evidenze è facile notare come alcuni alimenti si associno perfettamente alle necessità che porta con sé una determinata stagione. È impressionante notare come la natura sia in grado di offrire le giuste risposte nutrizionali per rispondere a queste emergenze.

Per esempio, i pomodori raggiungono il punto di massima maturazione in estate, quando ci fa piacere rinfrescarci con un’insalata. E la frutta secca comincia a essere pronta per la raccolta e il consumo proprio alla fine dell’autunno e alle porte dell’inverno, quando cresce il fabbisogno di grassi buoni da accumulare contro il freddo.

Più sapore e più nutrienti

Numerosi studi dimostrano che la pianta rilascia un quantitativo diverso di sostanze al proprio frutto a seconda dell’epoca di maturazione. Il concentrato di vitamine di un frutto non sarà lo stesso se matura al sole sulla pianta o se lo fa lontano da questa.

Anche la delicata e imperscrutabile chimica che dà origine al sapore è determinata interamente dalle condizioni ambientali. Non è un caso che i prodotti della terra più rinomati siano classificati con il marchio d’origine, che ne controlla e certifica il rispetto delle condizioni ambientali che ne determinano il sapore finale unico.

Come includere gli ortaggi nella dieta di ogni giorno

Mettere a tavola frutta, verdura e ortaggi non è una passeggiata. Specie se si considera la quantità di impegni che invadono le nostre vite, sempre a corto di tempo. Eppure mettere a tavola della buona verdura di stagione non è impossibile. Basta giocare d’astuzia e anticipare qualche mossa. Per esempio, in piena epoca di zucca c’è chi si lascia scoraggiare dalla scorza coriacea e i tempi di cottura estenuanti. Avete mai provato a cucinare l’intera zucca in forno? Esistono numerosi procedimenti dettagliati e l’esperienza aiuterà a trovare il giusto rapporto tra tempi di cottura e dimensioni della zucca. Poi si avrà la materia prima pronta per la realizzazione di ricette sempre diverse e in pochi minuti, dalle polpette da infornare e combinare con un cereale a piacere fino alla realizzazione di deliziose vellutate. Sempre diverse, purché si cambino le spezie con cui condirla.

Ogni periodo dell’anno ha le proprie primizie

Si tende a generalizzare pensando che solo la primavera abbia delle verdure che meritano di raggiungere le nostre tavole. Eppure non ci sono solo gli asparagi in primavera e la parmigiana in estate. Il mondo lì fuori è un tripudio di colori e sapori che vanno solo riscoperti e assaporati.

Uno sguardo attento e incuriosito scoprirà con piacere che le tonalità di colore che ogni stagione propone sono diverse e rispettano in pieno lo spirito del loro momento di maturazione.

Così, tra il rosso delle fragole e l’arancio tenue delle albicocche faranno tenerezza i baccelli teneri di piselli, fave e fagiolino. Mentre colori accesi e dominanti, dal rosso al giallo intenso dei peperoni fino al violaceo brillante delle melenzane terranno testa alle temperature afose dell’estate.

Toni di marrone, arancio e porpora distinguono le primizie autunnali, frutta secca, zucche e rape rosse sono sovrani indiscussi dell’autunno. L’inverno senza fiori conta su una ricca gamma di verdi, dai toni più chiari a quelli più intensi e profondi di verze, cavoli, broccoli e il viola intenso o bianco brillante dei cavolfiori.

Desiderando saperne di più su edifici in legno già preparati e protetti visitare il nostro sito web.

Si fidano di noi

Vincenzo La Gatta
Vincenzo La Gatta
Azienda Agricola Martino
Azienda Agricola Martino
K-Padel & Tennis
K-Padel & Tennis
Tosio Arredamenti
Tosio Arredamenti