Carrello (0)
Scrivi una domanda
Progetti su misura: servizio di progettazione GRATIS!
Progetti su misura: servizio di progettazione GRATIS!
Chiudi

Casetta da giardino: Riporre qui gli attrezzi per la cura del verde

La casetta da giardino è il posto più adatto per tenere in ordine gli attrezzi

Chi ha un giardino lo sa, ormai non si tratta solo di potare qualche ramo ribelle o zappare intorno alle aiuole per dare maggiore ossigeno ai rami di un vecchio cespuglio. La tecnologia irrompe a buon diritto anche in questo campo e la possibilità di contare su attrezzi sempre più sofisticati ed efficienti è sempre più facile e a buon mercato.

Per questo è importante predisporre un’area specifica per riporli al riparo dalle intemperie e dalla sporcizia. La casetta da giardino rappresenta il luogo ideale per questo scopo. Sarà importante predisporre e allestire lo spazio al suo interno perché sia tutto facile da trovare anche se sceglieremo di dedicare loro una struttura di piccole dimensioni o se preferiremo ritagliare uno spazio apposito per gli attrezzi da una struttura più grande.

Quello di cui certo non potremo fare a meno sarà predisporre l’allaccio della corrente perché la maggior parte degli attrezzi per la cura del giardino funziona collegato con il cavo o con batteria ricaricabile.

Montare delle mensole alle pareti

Uno dei modi più efficaci per ottimizzare lo spazio è quello di sfruttarlo interamente, quindi prevedendo di massimizzare la resa delle pareti o il soffitto.

Se non vorremo realizzare soppalchi, impegnativi dal punto di vista della progettazione come della realizzazione, possiamo optare per delle pratiche mensole fissate al muro. Non sarà difficile procurarsene di già costruite. Basterà avere chiaro cosa aspettarsi da queste e potremo scegliere tra:

  • Strutture a più piani: Daranno alla casetta da giardino (dai un'occhiata alle casetta da giardino lì) la possibilità di ospitare di tutto un po’ e potranno essere saldamente ancorate alla parete per evitare che il peso del loro carico ne intacchi la struttura. Il loro limite può essere costituito dalla fissità delle altezze delle mensole. Cioè potrebbe non essere possibile decidere a che altezza montare i ripiani l’uno dall’altro. Questo finirebbe col limitare la possibilità di stoccaggio delle attrezzature in base alla loro dimensione.
  • Mensole singole da montare a muro: Richiedono di certo un po’ più di lavoro, perché vanno montate a parete una alla volta ed è importante assicurarsi di fissare le staffe adeguate a reggere il peso che dovranno sopportare. Una buona idea è quella di immaginare prima cosa dovranno sostenere, attrezzi ingombranti come il tagliaerba o lo scarificatore, o più piccoli come le cesoie e le zappe.

Casetta-da-giardino-mensole-singole

  • Rastrelliere per i pali: Un classico intramontabile nella casetta da giardino è costituito dalla rastrelliera. Qui sarà possibile ancorare in piedi i pali degli attrezzi manuali come zappe e forconi, e anche tenere lontano dalla portata dei bambini quegli più pericolosi come le forbici o le falci.

Predisporre gli allacci alla corrente per ricaricare gli attrezzi

Buona parte degli attrezzi che servono per curare il verde è oggi alimentata a batteria o direttamente allacciata al cavo. Questa semplificazione e riduzione della fatica necessaria per eseguire lavori altrimenti molto dispendiosi anche in termini di tempo, rende necessario garantire la necessaria autonomia energetica anche lontani dall’abitazione principale.

Non è quindi un eccesso di zelo pensare a monte come allacciarsi alla rete elettrica, prima di installare la casetta da giardino per gli attrezzi. Prima della posa della casetta a terra sarà necessario predisporre la collocazione della cablatura necessaria e così poter installare prese e collegamenti utili.

Oggi non è difficile portare la corrente elettrica dove serve. A seconda del tipo di consumo e del budget a disposizione non è impensabile pensare di dotare anche la più piccola casetta da giardino di un piccolo impianto fotovoltaico per la produzione autonoma di elettricità.

Organizzare il contenuto in base alla frequenza d’uso

Una delle regole d’oro per organizzare lo spazio è quello di pianificare un posto per ogni cosa non solo in base alla sua dimensione ma anche alla frequenza con cui sarà necessario servirsene.

Casetta-da-giardino-organizzare-lo-spazio

Lasceremo i ripiani più alti e vicini al soffitto per quegli oggetti che, seppure leggeri, non servono spesso. Quindi non sarà necessario doversi arrampicare sulla scala ogni volta che ci si dedica al giardinaggio. Le forbici da potatura, per esempio, potranno essere conservate lontano dalla portata della mano ed essere ripescate solo nella particolare epoca in cui questa operazione è necessaria. Terremo però a portata di mano quelle forbici più indicate a recidere un frutto o un fiore da portare in casa per godere delle bellezze del nostro paradiso di verde dove sorge la casetta da giardino.

Anche altre operazioni vanno eseguite con minor frequenza, come per esempio arieggiare o scarificare il terreno. Questi attrezzi possono essere parecchio ingombranti e spesso un solo macchinario può servire per entrambi gli scopi. Etichettiamo e identifichiamo con chiarezza dove sono le componenti da montare o per i ricambi, come il filo da taglio o i denti appositi. In questo modo saremo certi di non ammattire quando sarà il momento di mettersi a caccia dell’elemento giusto custodito con cura dentro la casetta da giardino.

Predisporre lo spazio necessario anche per altro

Una delle cose cui prestare attenzione quando si mette ordine è pensare con attenzione ai possibili usi alternativi dello stesso spazio. La tendenza ad ammassare e stipare alla rinfusa ogni angolo a disposizione non è un male che affligge solo il lettore, è probabilmente la tendenza comune alla maggior parte di noi che tendiamo ad accumulare e immagazzinare oggetti senza sosta.

Una buona idea è quella di considerare le dimensioni della casetta da giardino. Se si tratta di un semplice capanno è certo che non troverà qui posto molto altro rispetto alla semplice attrezzatura per la cura del verde. Eppure, una stanzetta di dimensioni maggiori si presta bene a essere usata anche per conservare altro.

Per esempio, possiamo pensare di dedicare una parte della stanza all’attrezzatura e un’altra alla conservazione di conserve e scorte di cibo. Non è un mistero, infatti, che l’ambiente all’interno della casetta da giardino in legno sia più salubre e traspirante. Il luogo perfetto per conservare i frutti del nostro orto al riparo dall’umidità anche quando sono stati raccolti per essere consumati un po’ alla volta.