Chiamaci per domande o ordini 0287368785 LUN-VEN: 8:00-17:00
Servizio richiamata Scrivi una domanda

Quanto Tempo Bisogna Dedicare Alla Cura Del Giardino

Quello che rende davvero suggestive e accoglienti le case in legno è un giardino ben curato intorno. Ma di cosa ha bisogno il nostro angolo di verde per essere sempre bello da vedere e da vivere?

Ci sono una serie di accorgimenti da seguire che servono ai proprietari di casa per sapere bene cosa fare e quando per mantenere il giardino sempre in ottimo stato. La prima cosa da fare, però, è sempre una: progettare con cura lo spazio e decidere con attenzione il tipo di piante in base alle cure di cui hanno bisogno, e quindi del tempo che è necessario dedicare.

Alcuni lavori, quelli di manutenzione ordinaria, possono essere fatti in prima persona dal proprietario del giardino. Si tratta di un modo efficace e piacevole di fare attività motoria, stare all’aperto e vivere i vantaggi della vita a contatto con le piante. Mentre altre attività è opportuno lasciarle fare ai professionisti con cadenza periodica per essere certi che siano fatte al meglio.

Il Primo Passo È Progettare Il Giardino

La progettazione dello spazio verde è essenziale per potere definire per tempo come sarà suddiviso l’ambiente all’esterno della casa. Non basta decidere di mettere qua e là alcune piante e degli arredi, è importante sapere per tempo che tipo di problematiche possono sorgere e come intervenire.

In fase di progettazione si studia con attenzione il tipo di esposizione del terreno, per quante ore riceve il sole e in quali parti invece non ne arriva mai. Questa semplice osservazione consente di individuare con maggiore precisione il tipo di piante da coltivare in base alla loro esigenza di luce o di ombra. Anche l’accesso all’acqua deve essere valutato con attenzione. Si tratta di stabilire in anticipo come si potrà irrigare, se è possibile è sempre consigliabile predisporre un impianto automatico. Oltre all’importante risparmio di tempo, un impianto consente di dosare in maniera ottimale le quantità d’acqua limitando gli sprechi.

Il disegno su carta, con particolare attenzione all’esposizione, l’estensione del terreno, l’eventuale ventosità o le necessità specifiche, permette di definire con maggiore consapevolezza anche quanto spendere per ottenere un buon risultato. Se non è facile rientrare nel budget senza sforarlo, è di certo più difficile mantenersi al di sotto di una certa spesa senza un progetto alle spalle.

Automatizzare L’irrigazione Consente Di Risparmiare Tempo

Quando si è in grado di definire bene come suddividere gli ambienti, quali aree destinare al gioco o al relax, alla coltivazione delle specie preferite e come delimitare le zone calpestabili, è opportuno anche stabilire come irrigare in maniera automatizzata.

Un sensore che si attiva a un determinato orario rende più semplice la cura del verde anche quando ci si allontana per qualche giorno, magari proprio nelle giornate più calde d’estate.

Oppure si può optare per delle classiche soluzioni manuali, in cui si attiva l’impianto di irrigazione al momento desiderato semplicemente aprendo un rubinetto.

Il costo che si è disposti a sostenere per l’acquisto e l’installazione dell’impianto di irrigazione è poi ripagato dalla comodità del vederlo funzionare senza dovere intervenire in prima persona.

Una delle soluzioni che si possono adottare, ancora una volta pianificando con attenzione la struttura del giardino, è optare per piante che hanno un minimo consumo idrico. Alcune, specie quelle autoctone o ben ambientate nel proprio territorio riescono a tollerare periodi di grave siccità senza perdere il loro fascino. Tolte le fasi iniziali, che si possono protrarre per un paio d’anni, in cui la pianta diventa adulta e si ambienta, poi sarà possibile affidarsi alle sole precipitazioni perché il giardino sia verde e florido.

Cosa Fare Ogni Giorno In Giardino Per Mantenerlo Sano

Scegliere un giardino a basso consumo idrico o con un sistema automatizzato di irrigazione non esaurisce del tutto il tipo di attività da fare per la sua manutenzione.

È importante conoscere quali sono le esigenze specifiche di ogni pianta e cercare di assecondarle. Alcune piante hanno bisogno che si rimuovano manualmente le foglie e i rami secchi, un po’ perché mantengano un aspetto ordinato e gradevole e un po’ per via della possibilità che si sviluppino funghi e marciumi dalle foglie morte alla base.

Le piante rampicanti devono seguire una certa direzione ed evitare di soffocarne altre, quindi anche in questo caso si può tentare di dirigere la crescita in una direzione invece che un’altra.

Ogni fase dell’anno ha bisogno di attività specifiche da fare per garantire la buona salute delle piante. L’arrivo della primavera è di solito caratterizzato da tante attività, comprese quelle per proteggere le piante dall’attacco dei parassiti. Gli ultimi mesi d’inverno si possono dedicare alla preparazione di macerati per tenere lontani afidi e altri insetti dannosi.

Programmare Per Tempo Le Attività Extra

Per mantenere in ordine il giardino non ci si deve limitare a togliere le foglie secche dalle piante o dal vialetto, accorciare l’erba o proteggere le piante dai parassiti. Ci sono tante attività da svolgere con cura in determinate fasi dell’anno, a volte con cadenza più rada.

Per esempio, la potatura degli alberi e dei cespugli può non essere indispensabile farla ogni anno. A seconda del tipo di pianta è possibile farla ogni tre o quattro anni.

Controllare l’andamento della crescita degli alberi significa proteggere la proprietà e quella altrui dal rischio che la pianta diventi troppo alta e difficile da gestire.

Cosa Far Fare Ai Professionisti

Per rendere davvero bello il giardino delle case in legno è necessario che rispecchi lo spirito di chi lo vive. Quindi è importante che abbia esattamente l’aspetto che faccia vibrare le corde di chi abita lo spazio all’interno e all’esterno.

Per riuscire in questo obiettivo è necessario dedicare attenzione, tempo e pazienza alla cura del verde. In alcuni casi, però non è facile riuscire in questo compito semplicemente dandosi al fai da te. Potare i rami più alti di un albero, pulire a fondo le piastrelle dei sentieri, controllare la proliferazione di infestanti, può essere fatto affidandosi al parere e alla conoscenza di esperti che possono fare la differenza in termini di efficacia e qualità dei risultati.

Lascia un Commento