Chiamaci per domande o ordini 0287368785 LUN-VEN: 8:00-17:00
Servizio richiamata Scrivi una domanda

Girasoli In Giardino: Quali Scegliere E Come Coltivarli

Le casette in legno possono essere il posto migliore per conservare l’attrezzatura per il giardinaggio oppure per stoccare frutti in attesa che si possano destinare al consumo per la famiglia.

È proprio quello che succede ai semi del girasole che, dopo aver terminato il suo ciclo vitale, offre una ricca corolla ricca di semi da raccogliere quando la pianta è ben secca. I semi possono essere consumati così come sono o leggermente tostati e salati. Oppure possono essere conservati in ambiente asciutto e a temperatura controllata per essere piantati l’anno successivo.

Inoltre i girasoli in giardino non possono che migliorarne l’aspetto, rendendolo più bucolico e rustico ma allo stesso tempo anche estremamente allegro e colorato. Inoltre sono perfetti per attirare insetti, sia quelli buoni che impollinano gli altri fiori e le piante, che quelli cattivi per i quali è possibile intervenire prima che si sviluppi un’infestazione.

Perché Coltivare Girasoli In Giardino

I girasoli rappresentano dei fiori piuttosto particolari. Noti anche col nome elianto, sono una specie caratterizzata da un portamento slanciato e svettante che regala per lo più una sola fioritura che dura parecchi mesi.

Il ciclo vitale della pianta si considera annuale ma in realtà corrisponde solo al periodo compreso tra l’estate e l’autunno per una durata che varia dai 110 ai 140 giorni in base alla varietà coltivata. Appartengono alla famiglia delle Asteracee e si caratterizzano per il fatto di essere per lo più specie da ripiantare l’anno successivo, anche se esistono varietà e ibridi molto diversi, compresi i perenni.

In giardino il girasole ha la capacità di attirare gli insetti impollinatori, una caratteristica da prediligere sempre quando si tratta di fare la propria scelta su cosa coltivare. Infatti una buona fauna e una ricca varietà di insetti nell’orto permette la migliore commistione di geni e il miglior ricambio di risorse tra le piante che diventano più sane e prolifere.

Poi, non è quasi necessario dirlo, coltivare girasoli permette di avere una pianta splendida come il sole in terra che arricchisce il paesaggio con la sua ricca corolla dai colori accesi e a forte contrasto. In una parola: irresistibile.

Le Varietà Alimentari E Quelle Ornamentali

Di girasole esistono tante varietà quante ne richiede il mercato. Il fatto di essere una coltura destinata per lo più all’agricoltura industriale rende queste piante particolarmente ricercate per la loro capacità di produrre reddito.

Infatti, molti ibridi vengono selezionati perché siano in grado di produrre maggiori quantità di semi e quindi di olio, spesso in cicli vegetativi più brevi. Ma anche in questi casi, la bellezza del fiore non è secondaria e rappresenta un elemento di grande fascino. Così non dovrebbe stupire la scelta di coltivare a scopo ornamentale anche alcune delle varietà tipiche delle coltivazioni intensive.

Il mercato della coltivazione a scopo domestico ha anche spazio per degli ibridi nani che meglio si prestano all’uso decorativo. È sempre più facile trovare in vivaio piante pronte per il travaso che si mantengono entro altezze molto contenute, spesso sotto il metro. Una vera eccezione considerando che alle nostre latitudini una pianta di girasole matura può superare i due metri d’altezza.

Le specie nane sono caratterizzate da una gradevole rifioritura che consente di godere a lungo della allegra e spontanea bellezza di questo fiore, seppure in scala ridotta.

Di Cosa Ha Bisogno Il Girasole Per Crescere Bene

Tanto sole. Questo rimane di certo l’unico parametro che non può essere trascurato. La particolarità di questa pianta è di essere eliotropica, quindi segue l’andamento del sole nella volta celeste orientando la sua cima di conseguenza. Non è l’unico fiore in grado di farlo, anche altre piante possiedono questa caratteristica e orientano le foglie o il fiore verso il sole, ma qui la caratteristica salta presto all’occhio. Anche per via della speciale assonanza tra la sua forma e la rappresentazione che noi facciamo del nostro astro di riferimento.

Un altro elemento importante è legato alla ricchezza del terreno. Come buona parte delle piante annuali, anche questa ha un considerevole bisogno di nutrienti. Per apportare la quantità idonea di sostanze utili alla crescita e allo sviluppo del girasole è possibile usare letame maturo da aggiungere alla terra con un certo anticipo prima di mettere a dimora le piantine. Oppure è possibile usare compost domestico, purché maturo e mischiato alla terra di coltivazione con qualche settimana d’anticipo.

L’acqua abbondante è utile specie nei primi tempi. Poi le radici scendono in profondità riuscendo a sopperire alle proprie necessità recuperandola nel terreno. Per limitare l’evaporazione superficiale e per contrastare la crescita delle infestanti che in una prima fase sono competitive è consigliato pacciamare con della paglia.

A Cosa Serve Avere Dei Girasoli In Giardino

Oltre a contare su una ricca produzione di semi da destinare al consumo, sono perfetti come snack nutriente, i girasoli si coltivano perché hanno uno speciale talento. Si usano come pianta spia nell’orto. Significa che hanno la capacità di attirare eventuali insetti dannosi che colonizzano la pianta prima di attaccare le altre. Identificare la presenza di eventuali parassiti pericolosi per le colture principali consente di intervenire in maniera mirata e specifica debellando l’infestazione sul nascere. Insomma una trappola perfetta per scongiurare rischi peggiori.

È importante però non riempire le proprie casette in legno di antiparassitari chimici. La particolarità del girasole è di attirare soprattutto insetti impollinatori che sono molto utili per la salute dell’orto. Eccedere con pesticidi e sostanze velenose potrebbe essere molto controproducente e pericoloso per la propria salute e quella della fauna locale.

Se si considera che anche le varietà più belle a vedersi si caratterizzano per le ricche produzioni di semi da destinare al consumo umano, si comprende la necessità di non esagerare con la potenza delle armi contro gli insetti dannosi.

Lascia un Commento