Vasi per piante da esterno: Ecco quali scegliere

I vasi per piante da esterno possono essere degli elementi molto decorativi di per sé. Contribuiscono a creare una interessante scenografia e inserire degli elementi di rottura tanto in un giardino come su un terrazzo. Possono diventare delle ottime soluzioni per spostare con facilità le piante più delicate durante il periodo più freddo.

Vediamo in questo articolo perché è importante fare attenzione alla scelta del giusto vaso da usare all’esterno di casa. E anche quali caratteristiche deve avere per poter rispondere bene a tutte le esigenze.

Vasi da esterno decorativi

Il vaso si presta bene a essere usato per creare delle decorazioni e arredare lo spazio all’esterno della casa. Se posizionato ad arte contribuisce a creare dei giochi di geometrie e linee curve che catturano lo sguardo e aiutano a ritagliarsi un momento di puro relax. Indispensabile quando si trascorre del tempo all’aperto.

Una soluzione spesso impiegata nei giardini più importanti e sofisticati è di collocare vasi vuoti per creare una rottura con il resto dell’ambiente intorno. Una soluzione che consente di impiegare il vaso come fosse una vera e propria scultura. Si tratta di un elemento di difficile collocazione.

Potrebbe facilmente sembrare in attesa di essere utilizzato in modo definitivo, ma un bel vaso, un’anfora antica o un oggetto di design può conquistare l’attenzione anche se collocato vuoto al centro della scena.

Ma se si decide di utilizzarli per creare delle composizioni vive, allora sarà bene dedicare la massima attenzione alla scelta delle piante. Il diverso portamento di specie varie permette di creare delle scenografiche mescolanze che permettono di abbinare piante che si slanciano verso l’alto ad altre che hanno un portamento ricadente.  

Dimensioni minime per garantire la corretta crescita delle piante

In base al tipo di pianta da coltivare all’esterno, che si tratti di un giardino o di un terrazzo, sarà indispensabile valutare le dimensioni e la quantità di terra necessaria per ospitare le radici della pianta.

Chi vuole coltivare in vaso arbusti nani, agrumi e altri piccoli alberi, dovrà valutare con attenzione il comportamento delle radici. Se la loro necessità è di trovare un terreno profondo sarà importante garantire spazio a sufficienza per la loro espansione. Lo stesso vale per quelle piante le cui radici si espandono creando nuovi getti, un vaso largo sarà indispensabile per offrire lo spazio utile al comportamento delle radici.

Una pianta ha un comportamento diverso da un’altra anche in base alle caratteristiche del loro sviluppo in natura. Quindi piante da sottobosco avranno portamento e necessità diverse rispetto ad arbusti che sopportano bene l’esposizione in pieno sola. La scelta dei giusti abbinamenti per coprire tutta la superficie utile del vaso deve essere fatta tenendo conto di questi aspetti.

Creare scenografie suggestive con i vasi

I vasi possono essere anche usati per creare delle suddivisioni interne allo spazio stesso. Quindi è possibile scegliere di collocarli in modo che la vegetazione, ricadendo crei delle interessanti coreografie.

Quando si sceglie la posizione di un vaso bisognerebbe sempre considerare la possibilità di spostarlo successivamente se necessario. Anche solo per cambiare un po’ l’aspetto del patio o del giardino.

Una buona scelta è di dotare di rotelle i vasi, ma potrebbe rivelarsi antiestetica. Si tratta di trovare il miglior compromesso in fatto di presentazione e protagonismo di vasi o piante.

Gruppi di vasi possono creare suggestioni particolari. Per esempio, la scelta di abbinare diverse forme ma con lo stesso materiale, come la ceramica o la terracotta, può ricreare l’effetto scenico delle case mediterranee con pochi elementi. Una soluzione facile da sfruttare e da modificare in base alle mutevoli esigenze di relax e godimento dello spazio esterno.

Vasi con spalliere per creare intimità

Ancora una volta, si può ricorrere al vaso come elemento utile per definire lo spazio e identificare le aree dedicate a diverse funzioni. Anche piccoli terrazzi possono godere di particolare intimità e raccoglimento se si sceglie di isolare un angolino con un vaso dotato di spalliera. Qui possono trovare posto rampicanti che creino una tenda verde lussureggiante e gradevole dietro cui nascondersi, anche solo per leggere un libro al sole.

Le spalliere sono perfette per consentire alle piante di arrampicarsi. La scelta del tipo di rampicante cambia a seconda dell’esposizione diretta o indiretta al sole e all’obiettivo che si vuole ottenere con la copertura. Si può scegliere di limitare la visibilità dall’esterno. Quindi si possono scegliere rampicanti sempreverdi come il rincospermo, che in primavera fino a estate inoltrata si ricopre di profumatissimi piccoli fiori bianchi.

Oppure si può usare la copertura per creare ombra durante le stagioni calde, mentre il passaggio della luce non è ostacolato quando in autunno la pianta perde le foglie.

Vasi utili per coltivare l’orto in terrazzo

I vasi per piante da esterno possono essere usati anche per realizzare un piccolo orto domestico. Invece di prendere polvere nel proprio garage di legno, possono trovare posto per ospitare piante edibili e dedicarsi alla coltivazione in vaso delle specie più adatte in base alle condizioni ambientali del terrazzo.

La scelta della coltivazione in vaso, o in tavoli rialzati, è comoda sotto tanti punti di vista. Specie se l’obiettivo è realizzare raccolti per la sola famiglia. Il vantaggio di coltivare in piccoli box di terra è duplice, da una parte consente di controllare la qualità della terra, misurare il tipo e la quantità di concime. Mentre, d’altra parte è più facile cambiare orientamento ai vasi perché ricevano il sole al meglio.

Si tratta di trovare la soluzione più adatta alla propria condizione, l’esposizione, il tempo disponibile e il proprio talento nel riconoscere le necessità delle piante. Le consociazioni, cioè l’abbinamento tra le orticole o con piante fiorite consente di ottenere un migliore raccolto. Ma quel che conta è che sarà facile portare colore e allegria anche nei piccoli orti urbani aggiungendo fiori colorati che attraggano gli insetti impollinatori. Quel che conta è iniziare, poi il resto dell’ispirazione verrà da sé.

Lascia un Commento