Piante sempreverdi da giardino o in terrazzo. Quali scegliere

Le piante sempreverdi da giardino o per arredare il terrazzo sono una soluzione in grado di mantenere sempre florido e rigoglioso lo spazio all’esterno. Di solito si alternano alle piante caratterizzate da fogliame deciduo. Quindi contribuiscono a creare un ambiente verde e accogliente anche durante la stagione fredda, quando gran parte delle piante, alberi e arbusti va in riposo per affrontare l’inverno.

Le soluzioni sono numerose, e la nostra tradizione conosce numerose specie arbustive che si prestano a riempire i vuoti lasciati dalle foglie cadute. Infatti il giardino all’italiana che conquista l’Europa per il suo fascino strutturato e geometrico sfrutta il Bosso, una pianta tipica e caratterizzata da fogliame piccolo e compatto. Perfetto anche per realizzare sculture e conferire una forma speciale ai cespugli.

Vediamo una breve panoramica delle specie più adatte a creare uno scheletro sempre verde da impiegare in un giardino ben curato e sempre accogliente.

In piena terra per arredare il giardino

Il giardino all’italiana è l’esempio per eccellenza di spazio verde che non subisce in maniera molto evidente l’alternarsi delle stagioni. Si tratta di uno spazio in cui pesano molto gli elementi architettonici, l’identificazione dei corridoi e passaggi con i cespugli di diverso colore ma sempre caratterizzati da vegetazione perenne. Il giardino di Boboli realizzato dai Medici è l’esempio per eccellenza di questo stile che detterà legge in Europa per secoli a venire.

Tra le specie che meglio si adattano ad arredare un giardino con un aspetto immutabile, ci sono le specie che vi descriviamo di seguito.

Bosso, Buxus sempervirens. Si tratta di un arbusto caratterizzato da un fogliame fitto e compatto. Le foglie sono molto piccole e dal colore verde intenso. Una vera e propria garanzia, infatti è la specie che con più frequenza si sceglie per delimitare viali e corridoi tra le aiuole perché è molto rustico e resistente e si adatta bene a qualsiasi condizione ambientale. Dall’Italia all’Inghilterra passando per il resto dell’Europa, trova impiego in un gran numero di ambientazioni scenografiche e pittoresche perché accetta di essere potato assumendo qualsiasi forma.

Cotognastro, Cotoneaster dammeri. Si tratta di una soluzione versatile e d’effetto. Infatti è una pianta molto rustica e quindi in grado di sopportare bene l’esposizione ai climi più freddi. Si sviluppa in forma di arbusto e in primavera si ricopre di una fitta fioritura minuta e molto gradevole alla vista. Mentre se in pieno sole, riesce a sviluppare i frutti dal rosso intenso che rimangono sulla pianta fino a inverno inoltrato.

Alloro, Laurus nobilis. Soluzione impiegata molto spesso per creare delle barriere protettive molto fitte e in grado di suddividere spazi e proteggere l’interno del giardino alla vista, dall’esterno. È una pianta tipica della macchia mediterranea e quindi si caratterizza per la buona adattabilità e la capacità di resistere anche alle condizioni climatiche più impegnative. Le foglie si impiegano in cucina e come rimedio naturale per tanti disturbi di stagione.

Mirto, Myrtus communis. La scelta di prediligere piante nostrane è sempre premiata dalla facile adattabilità a qualsiasi condizione ambientale e di terreno. In particolare il mirto è anche in grado di creare un effetto visivamente gradevole grazie alle bacche caratteristiche.

Camedrio Teucrium chamaedrys. Pianta arbustiva dal portamento molto compatto e che non supera i 30 cm di altezza, è perfetta per realizzare bordure e definire limiti e confini dell’area su cui passeggiare. Ha un’infiorescenza piccola e poco vistosa ma che crea un piacevole effetto complessivo.

 

Lavanda, Lavandula angustifolia. È un’altra bella idea per creare bordure tappezzanti per arredare zone estese del giardino. Durante la fioritura si arricchisce delle inconfondibili spighe lilla, ma quando la pianta è a riposo mantiene un fogliame fitto dall’effetto argentato molto gradevole.

In vaso per arredare il terrazzo

Le piante sempreverdi da giardino possono spesso essere riadattate per essere usate in terrazzo e dare un aspetto sempre verde e rigoglioso anche al più piccolo balcone. Alcune specie, come il Bosso, possono essere adatte all’arredamento del terrazzo, ma vediamo alcune proposte interessanti da prendere in considerazione.

Bambù, Bambuseae. La famiglia è estremamente ricca e non è difficile trovare la specie più adatta alla crescita in vaso in ogni condizione climatica. Del resto, vista la sua natura infestante è sempre preferibile optare per la coltivazione controllata in un vaso piuttosto che in piena terra. Infatti potrebbe facilmente prendere il sopravvento sulle altre specie.

Yucca, Yucca gloriosa. È una tra le piante d’interni più diffuse e usate per creare delle aree verdi tutto l’anno. Quando fiorisce assume un aspetto molto elegante e delicato mentre la sua estensione può raggiungere altezze notevoli se trova l’ambiente adatto.  

Geranio, Pelargonium. È il re indiscusso dei balconi in fiore, ma quello che non si considera spesso è che il fogliame rimane verde e intenso durante tutto l’inverno. Basterà metterli a riparo in caso di inverni particolarmente freddi, ricordando l’origine africana di questa specie colorata e vivace. Esistono numerose cultivar di questa pianta per cui non è difficile trovare la versione che meglio si accordi con i propri gusti estetici.

Rincospermo, Trachelospermum jasminoides. Volgarmente noto anche come Falso gelsomino, è un arbusto con portamento rampicante che si caratterizza per i fiori bianchi ed estremamente affascinanti. Durante l’inverno il fogliame rimane fitto e compatto, caratterizzato da un intenso verde scuro. Il fiore somiglia al gelsomino e il profumo che emette è molto intenso, ma diverso da quello del gelsomino vero e proprio.

In questo articolo abbiamo voluto offrirvi alcuni suggerimenti tra cui scegliere la soluzione più adatta a decorare il vostro paradiso verde intorno alle case di legno o sulla terrazza di un appartamento di città. Ci auguriamo che tra questi possiate trovare la giusta ispirazione per dare al giardino l’aspetto desiderato. Di certo il vivaista potrà offrire suggerimenti mirati sul tipo di piante che meglio si adattano alle caratteristiche del suolo e dell’esposizione tipici.

Lascia un Commento