5 Verdure Che Crescono In Fretta E Che Sono Facili Da Coltivare

Il sogno di tutti i contadini della domenica è coltivare verdure che crescono in fretta e che sono facili da coltivare. Lo scopo è piantare oggi per vantarsi del proprio ottimo raccolto domani. Peccato che i tempi siano decisamente più diradati e la quantità di lavoro da dedicare alla cura dell’orto molto di più di quanto si pensi.

Ci sono però alcuni stratagemmi che consentono di ottenere buoni risultati anche in poco tempo, quindi entro un paio di mesi o poco meno, e soprattutto ci sono piante dalla crescita prodigiosa che consentono di ottenere risultati notevoli. Di cui potersi vantare con amici e parenti.

Uno dei modi per velocizzare e assicurare una buona resa alle piante dell’orto è fare la spesa direttamente nei negozi specializzati. Qui si possono comprare le piantine già pronte per essere messe a dimora, quindi è possibile accorciare molto i tempi dalla semina al diradamento. Infatti, quando si pianta il seme si seguono due strade: il semenzaio domestico dove ogni seme è fatto crescere in un vasetto a sé. Oppure in piena terra e diradando in seguito le piantine distanziandole l’una dall’altra in base alle condizioni ottimali.

Spinaci E Verdure A Foglia Verde

Di solito spinaci, biete, cavolo nero, rappresentano la migliore scelta per l’orticoltore inesperto che non ha ancora tanta confidenza con tempi e necessità delle piante.

Infatti, le verdure a foglia verde vanno raccolte prima ancora che vadano a fiore o producano frutto. Non sarà necessario seguire le fasi della pianta per offrire la giusta concimazione in base alla momento della sua crescita.

Quindi tutte le verdure che si consumano appena le foglie sono ben grandi e folte, sono perfette per questo scopo. Di buono c’è che esistono tante varietà per ognuna di queste specie, quindi è facile trovare quella che meglio si adatta ai propri gusti e preferenze.

Si possono preferire quelle varietà di spinaci da consumare crudi nell’insalata, da portare a tavola in tempi record. Anche la bieta non è tutta uguale, oltre alle varietà a costa più o meno carnosa e slanciata, è possibile scegliere quelle colorate che sono anche un piacere per l’occhio e si caratterizzano per la foglia estremamente grande e la produzione generosa.

Lattuga

Sull’onda lunga delle piante da consumare solo nella parte delle foglie non possono certo mancare le lattughe.

Se ne possono coltivare di tanti tipi, valutare se è il caso di prediligere la velocità con cui il cespo si sviluppa o se è bene scegliere quelle più tenere o croccanti.

La lista delle possibili varietà da coltivare nell’orto vicino casa ci sono le intramontabili canasta, lollo, romana. Ma anche altre verdure sono perfette per l’insalata.

Quindi è facile coltivare e lasciar riprodurre in maniera spontanea la rucola. Cresce in fretta e se trova le condizioni ottimali e viene lasciata crescere e portata a seme, continuerà a sbucare spontanea nell’orto dove sarà facile raccoglierla tutto l’anno e portarla a tavola.

Zucca E Zucca Lunga

I tempi di crescita della zucca possono essere particolarmente lunghi e impiegare tutta una stagione per completarsi. Ma il risultato è sempre di grande effetto e garantito.

A seconda della varietà di zucca scelta la produzione può essere sorprendente e ricchissima. Quindi è il caso di scegliere tra le tante quella che più piace e si adatta alle condizioni della propria zona climatica o dell’esposizione del giardino.

Una variante di zucca meno nota ma da rivalutare è la zucca lunga siciliana. Si tratta di un ortaggio rampicante caratterizzato dalla generosissima produzione che si impiega quasi tutto l’anno perché se ne consumano anche le foglie, dette tenerumi.

Il bello di questa zucca è di essere l’ingrediente chiave di tante preparazioni della tradizione contadina. In più il fatto di non richiedere pressoché nessuna cura colturale, le permette di conquistare una speciale attenzione per l’agricoltore inesperto.

Fagiolini

Anche per questi i vantaggi sono numerosi. Si può scegliere tra un gran numero di varianti delle diverse specie da coltivare nell’orto e si possono raccogliere prima che vadano a seme, oppure aspettare che il semino all’interno sia maturo per consumare i legumi freschi o da lasciar seccare.

L’unica accortezza da seguire è quella di predisporre delle spalliere dove la pianta possa arrampicarsi per poter crescere bene. Non è il caso di lasciare che si espanda per terra perché potrebbe essere facile preda di marciumi e funghi. Invece, crescendo in alto anche su semplici tralicci di poco più di un metro l’altezza, la pianta trova le condizioni ottimali per crescere e svilupparsi. Nel giro di un paio di mesi dal trapianto in piena terra è possibile raccogliere le primizie da portare a tavola in miriadi di ricette della tradizione.

Se trovano le condizioni ottimali per la loro crescita, il raccolto può essere sorprendente e la loro versatilità in cucina non ne fa rimpiangere l’eccesso. L’unica accortezza è quella di evitare di piantare nello stesso posto i fagiolini l’anno successivo, altrimenti la resa potrebbe scemare drasticamente e il suolo si ritroverebbe impoverito.

Ravanelli

Tra le verdure che crescono in fretta e che sono facili da coltivare ci sono i ravanelli e in certa misura anche le carote.

Hanno una certa importanza per la salute del giardino perché tutte le piante con radici a fittone hanno il vantaggio di smuovere il terreno e renderlo meno compatto. Sono quindi utili per rimettere in sesto terreni incolti e molto schiacciati che sono tipici dei campi abbandonati e dove sono stati effettuati lavori, magari quelli per la costruzione delle case di legno.

Per questo scopo sono molto utili anche le esotiche radici di daikon, il tipico ravanello giapponese che ha la polpa bianca e viene impiegato in tante ricette tipiche. Si mangia crudo o cotto e il suo sapore leggermente piccante lo rende un ingrediente facile da abbinare anche agli ortaggi e ai gusti nostrani.

Lascia un Commento